Puoi usare un giocattolo del punto G come massaggiatore prostatico?

Nonostante le informazioni secondo cui gli uomini acquistano più giocattoli sessuali delle donne, è ragionevolmente esatto affermare che la maggior parte dei giocattoli sessuali sviluppati oggi sono rivolti alle donne. Gli uomini sono ampiamente soddisfatti in termini di piacere personale, ma statisticamente sono le donne a detenere il monopolio dei vibratori.

Perché dovrebbe essere questo? È a causa del presupposto che le donne hanno più familiarità con il funzionamento dei loro corpi rispetto agli uomini? È a causa del presupposto che gli uomini sono più facilmente soddisfatti delle donne, e in quanto tali non richiedono o desiderano la stessa quantità di scelta quando si tratta di piacere personale?

Ci sono molti presupposti sul sesso, ma ciò non significa che gli uomini sperimentali non dovrebbero esplorare i limiti del loro piacere fisico nello stesso modo in cui lo fanno le donne, perché i molti prodotti di piacere disponibili per le donne possono essere potenzialmente riutilizzati per gli uomini.

Ma… ha senso? Con così tanti massaggiatori prostatici appositamente progettati sul mercato, non ultimo il nostro massaggiatore prostatico BILLY più venduto, c’è qualche motivo per esplorare invece una fantastica vibrazione del punto G? Pensiamo che ci sia, perché la maggiore diversità dei giocattoli del punto G offre una maggiore diversità di sensazioni.

La differenza tra il punto G e la prostata

È ancora difficile credere che rimanga poco consenso medico sullo scopo del punto G. Molte delle informazioni disponibili al riguardo sono contraddittorie, utilizzano un linguaggio non standardizzato o riportano effetti fisiologici diversi. (Lo stesso è in realtà vero per il clitoride in un certo senso: è l’unico pezzo di anatomia conosciuto ovunque nel regno animale con il solo scopo di fornire piacere.)

Per questo motivo, siamo riluttanti a fare affermazioni mediche qui sulle differenze nel punto G e nella prostata, a parte questo: è generalmente accettato che le donne abbiano una prostata (o almeno, abbiano tessuto prostatico, a volte indicato come la ghiandola di Skene), e sembra essere distinto ma correlato al punto G, sebbene la quantità e le dimensioni varino da persona a persona. Gli uomini hanno una prostata, che si espande durante l’eccitazione e fa parte del ciclo dell’orgasmo che limita l’uretra e produce sperma. Non c’è davvero una controparte maschile per il punto G, a parte la prostata, e non c’è consenso sul fatto che le due cose siano omologhe. (Ma sembra buon senso che lo siano.)

Questa è la più grande differenza tra la prostata e il punto G: la prostata maschile è ben compresa, il punto G no.

Somiglianze tra il punto G e la prostata

Sebbene la prostata maschile e il punto G femminile non siano apparentemente anatomicamente identici, le sensazioni sono comparabili e un’atmosfera del punto G femminile colpirà la prostata meglio di una vibrazione più semplice e dritta, non specifica del punto G.

Il punto G femminile e la prostata maschile hanno alcune… somiglianze geografiche. Il punto G si trova a circa 3 pollici all’interno della vagina, la prostata è a 3 pollici all’interno del canale anale di un uomo. Sono entrambi più o meno della stessa forma e dimensione e sono entrambi sopra o all’interno della parete anteriore.

E mentre li chiamiamo “punti”, in realtà non sono affatto punti. Sono regioni di incredibile sensibilità che possono essere stimolate con gli stessi prodotti e nello stesso modo l’una dell’altra, anche se si trovano in aree diverse e servono a scopi diversi.

Quindi gli uomini possono usare un’atmosfera da punto G?

Mentre aspettiamo che i medici smettano di litigare, una cosa è certa: il punto G è una cosa bellissima, e quando viene stimolato aiuta a produrre orgasmi di intensità quasi insopportabile. Così può la prostata. Quindi, la domanda naturale è: le stesse vibrazioni utilizzate per stimolare il punto G possono essere utilizzate anche sulla prostata?

In generale, sì; purché ci sia una base svasata. Questo è un requisito di tutti i giocattoli anali (per uomini E donne) per evitare un viaggio scomodo al pronto soccorso. Inoltre, solo una breve nota prima di andare a rovistare nella scatola dei giocattoli della tua ragazza: non consigliamo di condividere i giocattoli sessuali in questo modo. Affatto. Tienili separati.

Cosa dovresti cercare?

Dai un’occhiata al massaggiatore prostatico LELO Billy.

LELO Billy massaggiatore prostatico

È relativamente piccola e va bene così: la prostata è lunga solo un dito all’interno, quindi non hai bisogno di nulla di molto più grande a meno che tu non lo voglia. Inoltre, in questo caso, la potenza batte la precisione: più potente è l’atmosfera, maggiore sarà la sensazione che proverai.

Notare la forma: leggermente curva. Questa è la chiave, perché è qui che prende di mira il punto G, e quindi dove prenderà di mira anche la prostata.

C’è solo una grande differenza tra un massaggiatore prostatico e il vibratore del punto G medio e questa è la base. Per sicurezza, la maggior parte dei massaggiatori prostatici ha una base leggermente svasata, quindi cerca un massaggiatore per punto G più largo sull’impugnatura di quanto non lo sia lungo la lunghezza e fai molta attenzione quando lo usi, in particolare perché dovresti usare una quantità significativa di crema idratante personale per rendere il processo il più piacevole possibile.

Per ricapitolare:

  • Va bene usare una vibrazione del punto G come massaggiatore prostatico, ma solo se non è condivisa e solo se la base è svasata.
  • Cerca una lunghezza curva per dirigere le vibrazioni nella prostata, proprio come fanno per il punto G.
  • Usa un sacco di lubrificante.
  • Sperimenta con diverse dimensioni fino a trovare quella giusta per te.

Le tue 5 principali domande sui benefici del massaggio prostatico hanno risposto

PER SAPERNE DI PIÙ


Must Read

Related Articles