Come squirtare come un professionista, consigli sul sesso e consigli Sesso con

Caro ,

Ho una confessione… mi piacerebbe iniziare a spruzzare. Ma non sono sicuro di come? sto facendo pipì? Ho sentito che è un fluido diverso, ma come faccio a farlo uscire? Sembra tutto così misterioso, ma mi piacerebbe una guida.

Squirter in allenamento

* * *

Caro Squirter in allenamento,

Prima di tutto, un grande SI al tuo obiettivo. Quello che vuoi è assolutamente possibile, caro Squirter.

Ho intervistato di recente Deborah Sundahl, autore di Eiaculazione femminile e punto G, e insieme abbiamo alcune ottime informazioni per te. Quindi demistifichiamo lo squirting e ti aiutiamo a capire cosa sta succedendo lì. Ecco quattro consigli per un futuro migliore e più umido:

1. Sappi questo: tutti i proprietari di vulva possono eiaculare.

Il G-Spot (o G-Area, come lo chiamo io) è la prostata dei possessori di vulva. Quando squirti, quello che esce è fluido prostatico, e tutti i possessori di vulva hanno una prostata, proprio come i possessori di pene. Ma è interno, quindi come lo trovi? Questo mi porta a…

2. Individua il tuo punto G (o area G).

Anatomicamente parlando, questo è il quartier generale di Squirting. andiamo a trovarlo!

Deborah consiglia di puntare uno specchio alla tua vulva, usando le dita per separare le tue labbra e portarlo giù con i muscoli del pavimento pelvico. Vedi la carne che si espande alla vista, quella con le creste sopra? Questa è la tua prostata, ovvero il tuo punto G.

Quindi la prossima volta che vedi un titolo scettico che dichiara: “esiste anche il punto G??” Sì, ma è più simile a una “G-Area”, piuttosto che a un punto specifico. Come puoi vedere con i tuoi occhi, quest’area è la tua prostata, nascosta all’interno di circa due pollici, che circonda il canale uretrale. La G-Area non è vaga; ciò che è vago è l’industria medica, che proprio ora sta raggiungendo le complessità anatomiche della vulva e del suo tessuto addetto.

3. Stimolalo.

Ora che hai fiducia che la tua G-Area esiste, parliamo di stimolarla: sia per l’orgasmo vaginale, sia per lo squirting.

Nota: l’orgasmo vaginale è diverso dall’orgasmo clitorideo. Come mai? Bene, il clitoride e la prostata femminile (conosciuta anche come G-Area) sono collegati. Ma stimolano due nervi diversi: il clitoride stimola principalmente la nervo pudendo, mentre la G-Area stimola il ramo pelvico del nervo vago. Lo so, lo so, è molta scienza, ma la condivido con te in modo che tu la stimoli adeguatamente, Squirter. Credimi, ne vale la pena! Gli orgasmi del clitoride sono deliziosi, ma l’orgasmo vaginale è un’esperienza di tutto il corpo, vedendo le stelle. È glorioso.

La stimolazione dell’area G richiede:

  • Una costruzione lenta e costante, non martellante, penetrazione rapida. Questo non farà altro che intorpidire le cose. Il nervo che stai stimolando è profondo e interno e richiede pazienza.
  • Posizione: stimola la tua G-Area con un dito, un giocattolo o un pene, puntando verso la pancia, esercitando una pressione verso il rivestimento vaginale frontale.
  • La posizione giusta: Deborah consiglia di appoggiare la parte superiore del busto su una superficie, come un letto o un tavolo, e di avere un inserto per il partner da dietro, o di usare una delle tue mani/giocattoli per stimolare da dietro.

Quindi ora sai che puoi schizzare, quale parte del tuo corpo è responsabile e come accedervi! Questo mi porta al mio ultimo consiglio:

4. Comprendi che l’orgasmo e lo squirting sono due funzioni diverse.

Essi potere accadere contemporaneamente, ma potresti scoprire che provi solo l’orgasmo vaginale. Se il tuo obiettivo è squirtare, prova questo:

  • Rallentare. tu sei edificio aumenta la tensione per un rilascio orgasmico e ci vuole tempo per ingrossare il tessuto erettile della tua G-Area.
  • Prova la sensazione “devo fare pipì”. Squirtare non è fare pipì, ma quando lo provi per la prima volta, la tensione potrebbe sembrare simile.
  • Lascia andare e lascia che fluisca. Stai ricablando il tuo cervello attorno a ciò che è possibile, e mentre l’eiaculato è costituito da altri fluidi, all’inizio potrebbe esserci un po’ di pipì. Metti giù un rotolo di asciugamani con esso.
  • Tira fuori tutto. La maggior parte dei proprietari di vulva non può eiaculare con qualcosa nella loro vagina. Quindi, quando senti che sta succedendo qualcosa… togli il giocattolo, il pene o il dito, in modo che l’area G possa rilasciare correttamente il fluido prostatico.

Suggerimento bonus: Alcune persone trovano più facile spruzzare dopo hanno avuto un orgasmo clitorideo, questo perché l’Area G si gonfia e lo rende più facile da trovare. Fai una prova la prossima volta che stai “perimentando il sesso” con un giocattolo perfetto per la stimolazione del clitoride: personalmente consiglio la bacchetta magica, poiché è uno dei giocattoli di stimolazione del clitoride più iconici (e più forti). Inoltre, chi non ama i multipli?

E il gioco è fatto! Squirtare è super caldo, ed è anche accessibile. Non hai bisogno di magia, hai solo bisogno di una prostata. Divertiti!

xx,

Must Read

Related Articles